Tg2, il Cdr denuncia preoccupante vaghezza sul Piano Editoriale

News inserita da:

Fonte: Adnkronos

T
Televisione
  venerdì, 25 gennaio 2008
 00:00
«Qualità, competitività e attenzione ai temi sociali, propri dell'informazione di un Servizio Pubblico, devono caratterizzare l'offerta della Rai dei mesi e degli anni che verranno. E' preoccupante la vaghezza che ancora circonda il piano editoriale". E' quanto si legge in un documento del Cdr del Tg2.

«A distanza di due giorni dalla sua approvazione, mentre si infittiscono le indiscrezioni giornalistiche, l'azienda ancora non riesce a spiegare quali sono le linee strategiche, quale ruolo viene riservato ai vari tg, a cominciare dal nostro, quali figure professionali possono essere penalizzate. Il Cdr del TG2, in attesa di conoscere nel dettaglio il piano editoriale, riafferma che i giornalisti della Testata vogliono essere protagonisti, insieme agli altri lavoratori, di una fase molto importante e delicata per la Rai. Una Rai che, pur nelle difficoltà di una situazione economica preoccupante, deve guardare al proprio orizzonte con uno slancio di sviluppo e non soltanto, e tristemente, con una volontà di risparmio. La giusta lotta agli sprechi deve essere coerente e non può confondersi con una pericolosa logica di ridimensionamento. Vogliamo - continua la nota - una Rai dove le varie testate giornalistiche, e quindi anche il TG2, possano esprimere al meglio e negli spazi più significativi la propria offerta di notizie ed approfondimenti».

«I giornalisti del TG2 saranno i primi a sperimentare il processo di rinnovamento tecnologico che porterà alla ''digitalizzazione'' delle testate generaliste della Rai. Si tratta di un impegno gravoso, molto significativo e, ci auguriamo, esaltante. Ma ogni passo - continua il Cdr della testata - andrà fatto con un confronto sindacale permanente e la ristrutturazione tecnica non dovrà, in nessun caso, mortificare le figure professionali».

«Per questa ragione, il Cdr del TG2 rinnova la richiesta di un confronto urgente, una conferenza di produzione, una discussione tra sindacato, giornalisti, direzione, azienda e rappresentanti degli altri lavoratori che concorrono alla realizzazione del nostro telegiornale e delle nostre rubriche. Su questa proposta, le prime risposte aziendali ci sembrano timide e poco lungimiranti. Anche l'unità dei lavoratori è, invece, un fondamentale patrimonio della Rai. La pur importante innovazione tecnologica non può creare da sola alcun reale progresso; sono le professionalità, come avviene nelle televisioni di tutto il mondo, a dare il contributo decisivo ad un'informazione completa e di qualità».

Ultimi Video

  • Sky Wifi, la visione del futuro

    Sky Wifi, la visione del futuro

    Solo chi ha sempre creduto nell’innovazione e nella creatività è in grado di immaginare il futuro.  E solo chi è in grado di immaginarlo può trasformare quella v...
    S
    Sky
      giovedì, 18 giugno 2020
  • ** 5G Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    ** 5G Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    La sfida Cina – Stati Uniti, il ruolo dell’Europa, il nuovo ruolo delle città intelligenti e le opportunità nei settori del turismo, della cultura, dei trasporti e dell&rsquo...
    S
    Satellite
      mercoledì, 20 maggio 2020
  • ** Switch Off Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    ** Switch Off Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    Ecco il primo Tech Talk organizzato da Comunicare Digitale in collaborazione con Natlive. Personalità di grandissimo livello si sono confrontate Martedì 28 Aprile per questo primo approf...
    D
    Digitale Terrestre
      martedì, 28 aprile 2020

Palinsesti TV