Taranto, comincia su La7 il viaggio nel mondo della malavita

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

T
Televisione
  venerdì, 09 maggio 2008
 00:00

Inizia da Taranto il viaggio nel mondo della malavita di “Città criminali”, la nuova serie di docu-fiction in sei puntate al via, venerdì 9 maggio, alle 23.20 su LA7.

Una discesa agli inferi guidata dal commento di Christian Iansante, indimenticabile voce di Ewan McGregor protagonista del film cult “Trainspotting”, per conoscere l’altra storia della città pugliese, quella “maledetta” segnata dall’ascesa e dalla caduta della cosca mafiosa capeggiata da Antonio Modeo, detto “Il messicano” e dai suoi fratelli Gianfranco, Riccardo e Claudio.

Un’alternarsi di personaggi e situazioni, in cui location reali e di finzione fanno da palcoscenico ad un cast composto sia da personaggi presi dalla strada che da attori professionisti.

Ancora una volta LA7 punta su un format che, attraverso la contaminazione dei linguaggi e un innovativo approccio visivo, mira a raccontare in maniera quanto più autentica e immediata, l’eterna lotta fra crimine e anticrimine nelle città italiane.

Quella raccontata nella prima puntata è una storia lunga 169 morti, segnata da una guerra fratricida per il controllo del territorio, che “Città Criminali” documenta attraverso ricostruzioni in fiction, materiale di repertorio e interviste realizzate ai protagonisti dell’epoca, tra cui al magistrato Nicolangelo Ghizzardi, ad Antonio Calcagni, Pasquale Quinto e Leo Ferretti della Polizia di stato, a Francesco La Macchia dell’Arma dei Carabinieri, all’avvocato Fabrizio La Manna e al giornalista di “Taranto Sera” Mario Diliberto.  

La macchina da presa, diretta da Maurizio Iannelli, autore della serie assieme a Matilde D’Errico, segue l’epopea criminale dei tre fratelli Modeo e mostra abbiano cambiato il volto della città. Dagli anni del loro apogeo, quando insieme gestivano l’usura, le bische clandestine e il contrabbando, fino al periodo della loro scissione, provocata dall’arrivo dell’eroina. E poi, la cronaca della loro “guerra” intestina, scoppiata nel 1989, il più sanguinoso anno della storia di Taranto, fino alla morte del “messicano”, che ha chiuso un regno durato oltre trent’anni.  

Ultimi Video

Palinsesti TV