Rai, mercoledž prima seduta del nuovo Cda. Poi via al valzer delle nomine

News inserita da:

Fonte: Apcom

T
Televisione
  luned√¨, 30 marzo 2009
 00:00
Sar√ɬ† il 1√ā¬į aprile alle 10 la prima riunione del nuovo Cda della Rai. Paolo Garimberti, neo presidente di Viale Mazzini, rispetta infatti la tradizione e convoca il primo vero conclave del settimo piano di Viale Mazzini (dopo quello servito ad eleggerlo presidente) mercoled√ɬ¨ prossimo con all'ordine del giorno l'approvazione del bilancio 2008, contratti e varie ed eventuali.
√ā¬†
Manca, nell'odg della convocazione recapitata oggi agli otto consiglieri, il rinnovo del direttore generale: a quanto si apprende, Garimberti starebbe studiando le complicate procedure di nomina, e non si esclude un'integrazione last minute. La prassi prevede che sia il Consiglio a indicare uno o pi√ɬĻ candidati alla poltrona di dg. A quel punto, il presidente convocher√ɬ† l'Assemblea dei soci per cercare "l'intesa" necessaria alla nomina del successore di Cappon. Per un'assemblea ordinaria √ɬ® necessario un intervallo di 20 giorni dalla pubblicazione della convocazione sulla Gazzetta ufficiale. Nel caso di un'assemblea "totalitaria", invece (ma √ɬ® imprescindibile che tutti gli azionisti e il consiglio siano presenti alla riunione), i tempi si stringono notevolmente: l'assemblea potrebbe riunirsi in poche ore e nominare il dg.
√ā¬†
Sulla poltrona di Claudio Cappon, a meno di sorprese dell'ultima ora, dovrebbe sedersi il segretario generale di Palazzo Chigi, Mauro Masi. Gli verrebbero affiancati tre vice: Giancarlo Leone, che manterrebbe il suo posto, Gianfranco Comanducci (con delega forte al personale), Antonio Marano (con delega alla programmazione).
√ā¬†
Tra le prime 'rogne' che Masi, che sar√ɬ† nominato con il mandato di 'tagliare' i costi, dovr√ɬ† affrontare c'√ɬ® quella del successore di Gianni Riotta al timone del Tg1. Il direttore, infatti, √ɬ® dato in pole position per la guida del Sole 24 Ore, ora che la poltrona pi√ɬĻ alta del quotidiano di Confindustria √ɬ® vacante, vista l'ufficializzazione del passaggio di Ferruccio De Bortoli (che qualche settimana fa rifiut√ɬ≤ in extremis la presidenza Rai) al Corriere della Sera.
√ā¬†
Per la poltrona del Tg1, tuttavia, sono diversi i candidati in corsa. An, Fini in testa, continua a insistere su Mauro Mazza, che verrebbe promosso dal Tg2 (su cui si concentrano le ambizioni della Lega), ma il Cavaliere non sembra disposto a cedere agli alleati la poltrona del tg ammiraglio: tra i 'papabili' c'è il direttore del Mattino Mario Orfeo, che la scorsa settimana ha incontrato il premier a cena. Tra le urgenze, anche la direzione di Raiuno: in questi giorni, si è fatto il nome di Clemente Mimun, ma oggi è lo stesso direttore del Tg5 a smentire un suo imminente ritorno in Rai: "Sto benissimo a Mediaset dove si lavora guardando a prodotto e risultati. Per uno come me è l'ideale".
√ā¬†
In ogni caso, per avviare il valzer di avvicendamenti a reti e tg bisogner√ɬ† attendere l'elezione del dg: √ɬ® lui, infatti, che propone al Consiglio ogni nomina. I nodi da sciogliere non sono comunque pochi e saranno nel men√ɬĻ della cena di stasera ad Arcore: nella residenza del premier Berlusconi si troveranno intorno al tavolo i coordinatori del Pdl Denis Verdini, Ignazio La Russa e Sandro Bondi, e il leader leghista Umberto Bossi, insieme ai ministri Roberto Maroni e Roberto Calderoli.
√ā¬†

Ultimi Video

Palinsesti TV