Rete4 e Iris ricordano con appuntamenti speciali il regista Sergio Leone

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

T
Televisione
  lunedì, 07 maggio 2012
 18:06

Rete4 e Iris ricordano con appuntamenti speciali il regista Sergio LeoneNon si ricorda mai abbastanza in televisione il genio di Sergio Leone. Il regista che ha tenuto alta la bandiera italiana nel cinema mondiale e ha reinventato il genere western riceve l'omaggio di Retequattro.

Dal 7 maggio 2012, la Rete diretta da Giuseppe Feyles propone, ogni lunedì, in prima serata, una mini-retrospettiva di tutti i celeberrimi spaghetti-western che hanno reso celebre Leone.

Si parte con la cosiddetta "trilogia del Dollaro": "Per un pugno di dollari" (1964) - in onda lunedì 7 maggio - vede protagonista Clint Eastwood nei panni di un pistolero solitario (l'attore fu scelto da Leone dopo averlo visto nel telefilm "Rawhide") e si ispira a "La sfida del Samurai" di Akira Kurosawa. Gian Maria Volontè compare con lo pseudonimo di John Wells.

Lunedì 14 maggio è la volta di "Per qualche dollaro in più" (1965): ancora Estwood, ancora Volontè, questa volta affiancati dai "duri" Doc, Lee Van Cleef e Klaus Kinski, verso un duello finale catartico.

Lunedì 21 maggio chiude la trilogia "Il buono, il brutto e il cattivo" (1966): Eastwood viene affiancato da Van Cleef (assurto a "duro" di prima fila) e da Eli Wallach, nella pellicola universalmente considerata il manifesto degli spaghetti-western. Il duello - anzi, triello - finale con la cinepresa che indugia sugli sguardi dei tre pistoleri, è da antologia del cinema tout-court.

Lunedì 28 maggio si proietta "C'era una volta il West" (1968): duello di bravura tra Charles Bronson ed Henry Fonda, con la terza incomoda Claudia Cardinale. La pellicola è stata scelta nel 2009 per essere conservata al National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

Lunedì 5 giugno si chiude con "Giù la testa" (1971): nel Messico della Rivoluzione, con Rod Steiger e James Coburn. David di Donatello per la Miglior regia.

Ogni appuntamento cinematografico sarà preceduto e seguito da una serie di speciali a cura di Tatti Sanguineti, postfazioni e pillole che accenderanno i riflettori sul profilo approfondito del regista, sulle musiche di Morricone e il binomio con il grande compositore, sulle facce dei suoi film, sulla tecnica del rallenty, sulla "liturgia" dei duelli, sugli omaggi a Leone di Tarantino, Kubrick, Peckimpah, dei fratelli Coen...

Su Iris, l'omaggio al regista romano proseguirà con speciali che illumineranno a scacchiera il palinsesto della Rete che da sempre valorizza il Cinema con oculate scelte di programmazione a tema (sempre a cura del critico savonese) e con un'ampia rassegna spin-off di quella di Retequattro.

Tra i 25 titoli in cartellone - dal 7 maggio al 1 giugno, in prima serata - le varie declinazioni del genere western: un'imperdibile carrellata con l'intera serie dei Django, i film di Giuliano Gemma/Montgomery Wood, i lungometraggi dal sapore letterario, come "Una ragione per vivere e una per morire", e quelli sul côté giallo, come "Quel caldo maledetto giorno di fuoco".

Ultimi Palinsesti