Gubitosi: ''Non ho bisogno di dimostrare coraggio negli ultimi mesi''

News inserita da:

Fonte: Adnkronos

T
Televisione
  giovedì, 15 gennaio 2015
 18:48

Gubitosi: ''Non ho bisogno di dimostrare coraggio negli ultimi mesi''«Spero di aver dimostrato un pò di coraggio negli ultimi due anni e mezzo. E quindi non dovrò darne prova negli ultimi mesi, mettendo ad esempio un programma di cultura il sabato sera su Rai 1 al posto di 'Tale e Quale Show' oppure al posto della domenica sportiva».

Lo ha detto il direttore generale della Rai Luigi Gubitosi, il cui incarico e' in scadenza nella prossima primavera, in occasione della presentazione a Viale Mazzini di 'Italia viaggio nella bellezza', una serie di programmi che la Rai ha realizzato in collaborazione con il Mibact per promuovere il patrimonio culturale italiano e che andranno in onda nei prossimi giorni.

«Si può fare sempre di più e sempre meglio - ha aggiunto il Dg - Penso, però, di aver dimostrato coraggio. Ho sempre fatto quello che ritenevo opportuno. Le televisioni - ha sottolineato poi Gubitosi - si stanno muovendo verso la frammentazione dell'audience. La televisione del futuro e' interattiva, in altri paesi più che da noi. Le uniche televisioni che nel 2014 hanno aumentato gli spettatori percentuali sono le reti tematiche, incluse le nostre. Detto questo, però, il pubblico e' ancora sulle generaliste e Rai 1 e' l'unica rete che può avere un'audience globale».

«Alcuni programmi - prosegue nella sua analisi il Dg - vanno portati sulle tv generaliste: basti dire che 'Il Tempo e la Storia' e' visto ogni giorno da 700mila persone. Siamo comunque quelli che fanno più scienza in televisione e la Bbc ha studiato il fenomeno 'Angela' (il riferimento e' ai programmi di Piero e Alberto Angela, ndr). Cercheremo di portare il messaggio dove c'e' il pubblico, piuttosto che cercare di portare il pubblico dove ci sono i messaggi».

Infine un'osservazione sulle fiction.

«Quante ne fa Sky? Due - fa notare Gubitosi - Da modesto cattolico ho sempre apprezzato il figliol prodigo, ma non dimentichiamoci del fratello maggiore che realizza decine di programmi e centinaia di ore di qualita' e questo spinge anche gli altri a fare lo stesso».

Ultimi Palinsesti