PlanetFun, Discovery Media presenta offerta sempre più ricca e multipiattaforma

PlanetFun, Discovery Media presenta offerta sempre più ricca e multipiattaforma

News inserita da:

Fonte: Digital-News (com.stampa)

T
Televisione
  giovedì, 23 marzo 2017
 17:07

PlanetFun, Discovery Media presenta offerta sempre più ricca e multipiattaformaGrande successo per Discovery Media, la concessionaria del gruppo Discovery, che ieri ha presentato ai centri media l’offerta televisiva per la primavera con un’evento esclusivo: PlanetFun. Una serata con i grandi volti del gruppo e una formula inedita come il lancio di Quizzovery, un quiz dedicato al proprio mondo che ha coinvolto gli ospiti come concorrenti e con un conduttore d’eccezione: Max Giusti, il fuoriclasse di Boom! La serata è stata illuminata anche da alcune delle star più amate di Real Time: Enzo Miccio e Carla Gozzi, Benedetta Parodi e Serena Rossi, fresca new entry del canale, che hanno partecipato al quiz al fianco dei concorrenti. Il quiz è stato ripreso dalle telecamere di Discovery e andrà in onda su NOVE il prossimo aprile e sarà inoltre disponibile anche su Dplay.

Discovery ha presentato le novità della prossima stagione televisiva, forte dei risultati ottenuti a fine 2016 e in questo inizio di 2017: 7% di share sul totale individui (settembre 2016 – febbraio 2017), share che sale al 9% sul target commerciale 25-54. Un successo non solo televisivo, ma che si riflette anche sui social con 13 milioni di fan e follower sulle pagine del gruppo e sui numeri di Dplay, il servizio OTT gratuito del gruppo, che nei primi due mesi di quest’anno ha ottenuto unamedia mensile di 1,5 milioni di utenti unici (+25% vs 2016) con 4,3 milioni di video visti al mese (+26% vs 2016).

Giuliano Cipriani, Direttore Generale Discovery Media SVP Ad Sales, ha dichiarato:

Discovery Media è abituata a fare la differenza non solo a parole ma con i fatti: nell’evento di ieri abbiamo combinato una presentazione di palinsesto con un divertente quiz televisivo che andrà in onda su NOVE e ha visto i clienti dei centri media come concorrenti. Una vera e propria case history di successo, la sublimazione del coinvolgimento e della coerenza. Oggi Discovery Media ha sempre più forza, potenza e qualità e può fare affidamento su contenuti editoriali di successo, capaci di andare oltre lo schermo tradizionale, convolgendo ancora più fasce di pubblico attraverso i social e tutte le altre piattaforme disponibili”.

Tra le novità in arrivo sul portfolio Discovery nei prossimi mesi: su NOVE tornano Antonino Cannavacciuolo con la nuova edizione di Cucine da Incubo e la seconda stagione di Top Chef, debutta invece una miniserie internazionale sulla storia di Unabomber, mentre proseguono Fratelli di Crozza e Boom!

Su Real Time è appena partito Primo appuntamento, ad aprile debuttano Piccoli Giganti con Gabriele Corsi e gli esclusivi appuntamenti con i Radio Italia Live con Serena Rossi. Su DMAX a maggio torna Chef Rubio con È uno sporco lavoro!, mentre su Giallo arriva l’ultima stagione di Broadchurch e su Focus debutta la fiction Tuthankhamon.

Eurosport proporrà numerosi eventi sportivi di portata internazionale come il Roland Garros, gli US Open, la Vuelta e il Giro D’Italia. Con le finali di Coppa del Mondo di sci alpino di Aspen dello scorso weekend si è conclusa una stagione da record sia per la nazionale italiana, sia per i canali Eurosport, da sempre “Casa degli sport invernali”.

Una stagione impressionante dal punto di vista sportivo, con il record di 43 podi per gli azzurri, che ha trainato anche gli ascolti di Eurosport, come testimonia il +31% di share rispetto allo stesso periodo del 2016, e che proietta il canale verso il suo primo appuntamento da Casa dei Giochi Olimpici in Europa, quello con le Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018. Crescono l’interesse e gli ascolti per la Coppa del Mondo di sci alpino, che ha totalizzato un aumento del 17% di share pay se paragonato alla scorsa stagione. Performance addirittura migliori per le altre discipline invernali, che fanno registrare un +33% di share pay rispetto al 2016.

Ultimi Palinsesti