Oscar Tv il 27 Marzo sulla Rai: le nominaction

News inserita da:

Fonte: Libero

T
Televisione
  mercoledì, 21 marzo 2007
 00:00

Snobbato dai Telegatti, esaltato dagli Oscar Tv (o meglio dal Premio Tv, come viene chiamato quest'anno - il Premio regia televisiva).

Gerry Scotti, il salvatore di Mediaset, quello che è stato chiamato di corsa a tappare il buco lasciato da Michelle Hunziker dietro il bancone di "Striscia la notizia" e che, soprattutto, ha riportato ad ascolti competitivi il pre-serale di Canale 5 in fortissima crisi dopo il megaflop di "Formula segreta" e gli stenti di "Fattore C", è in nomination con Pippo Baudo e Piero Chiambretti come "personaggio maschile dell'anno" per il premio che la Rai assegnerà il 27 marzo al Teatro Ariston di Sanremo, in una serata condotta dalla coppia Antonella Clerici-Daniele Piombi e trasmessa in diretta su Raiuno.

Incredibile ma vero, è insomma la tv di stato - e non Mediaset, che per il "personaggio dell'anno" dei Telegatti ha candidato al posto suo Fiorello, Claudio Amendola e la Hunziker - a ricordarsi di lui, il Re Mida del Biscione che trasforma in oro tutto quello che tocca, da "Chi vuol essere milionario", ormai vicinissimo a "L'eredità" con il 25-26% di.share media (per non parlare del target commerciale, dove la percentuale è ancora più alta), a "La Corrida", che sfiora addirittura il 30%.

C'è da dire, a "discolpa" di Mediaset, che i Telegatti vengono in realtà assegnati dai lettori di "Tv Sorrisi e canzoni", che segnalano le loro preferenze scegliendo tra una rosa di candidati: e il nome di Scotti, in quella rosa, c'era eccome.

Ciò nonostante, la cosa è davvero curiosa. Come curioso è il fatto che in lizza per il  "personaggio femminile dell'anno" ci sia, accanto all'immancabile Michelle Hunziker (ancora più inauge dopo l'esperienza sanremese) e la signora della tv Miily Carlucci, nientemeno che Luciana Littizzetto, irriverente partner di Fabio Fazio a "Che tempo che fa", che forse avrebbe meritato più un posto nella terna del "personaggio rivelazione", categoria nella quale si contendono invece la statuetta Flavio Insinna, già vincitore dell'analogo Telegatto, l'imitatrice di "Viva Radio 2" Gabriella Germani e Antonello Piroso, direttore del TgLa7 nonché conduttore di "Omnibus" e "Niente di personale".

E veniamo ai programmi. L'Accademia di critici presieduta dall'ex direttore di "Tv Sorrisi e canzoni" Gigi Vesigna, della quale fa parte anche il giornalista di "Libero" Francesco Specchia, ha selezionato una lista di venti trasmissioni dalla quale saranno estrapolate le dieci migliori: sono per la precisione sei programmi di Raiuno ("Ballando con le stelle", "L'Eredità", il "Festival di Sanremo 2007", "Porta a porta", "Il treno dei desideri" e "Viva Radio 2 in Tv"), uno di Raidue ( "La grande notte"), tre di Raitre ( "Ballarò", "Che tempo che fa" e "Report"), uno di Rai Educational ("La storia siamo noi"), quattro di Canale 5 ( "Chi vuol essere milionario", "Matrix", "Il senso della vita" e "Striscia la notizia"), due di Italia 1 ("Le Iene" e "Mai dire martedì") e tre di La7 ( "Le invasioni barbariche", "Markette" e "Niente di personale").

Giudicati a parte, invece, la "miglior fiction", per la quale concorrono le miniserie Rai "Papa Luciani" e "Il figlio della luna" e la serie Mediaset  "RI.S.-Delitti imperfetti", e il "miglior tg", che vede in sfida "Sky Tg24", "Tg1 e "Tg2".

Una categoria, quest'ultima, nella quale è quasi certa la vittoria del notiziario diretto da Emilio Carelli: non solo perché è il più seguito da chi possiede l'abbonamento alla pay tv, ma anche per una frase di Daniele Piombi che, interrogato sull'assenza di altri programmi della tv satellitare tra le nomination, ha risposto che «da due anni sottoponiamo alla commissione anche programmi di Sky, non posso dire nulla sui vincitori di quest'anno per rispetto alla Rai ma posso dire che Sky anche in questa edizione avrà una bella soddisfazione».

Daniela Aragozzini
per "Libero"

Ultimi Video

Palinsesti TV