Gene Gnocchi dalla tv al calcio: giocherà nel Parma

News inserita da:

Fonte: La Repubblica

T
Televisione
  sabato, 24 marzo 2007
 00:00

Ho firmato un contratto dorato. Mi sto preparando nella camera iperbarica, se tutto va bene sarò pronto tra sette-otto anni».

Sembra uno scherzo, ed in fondo lo è. Il Parma ha deciso di rispondere all'appello di Gene Gnocchi, che nella puntata di "Quelli che il calcio e..." del 27 novembre chiese di essere tesserato da una squadra di serie A. Richiesta esaudita: al minimo salariale fino al termine della stagione.

Gene Gnocchi - Abbonamenti ParmaLa società ha annunciato di aver "presentato la documentazione per il tesseramento di Eugenio Ghiorzi", il vero nome di Gnocchi che già posa da zio Sam in un manifesto che invita ad abbonarsi: «Meglio Tardini che mai». E non è difficile immaginare il ritorno mediatico di quest'operazione, che renderà il campionato del Parma forse più attraente di quello di vertice.

In una squadra pericolante, in lotta per la serie B, ha spiegato il presidente Tommaso Ghirardi, Gene Gnocchi dovrà «tenere alto il morale dello spogliatoio, perché i ragazzi sono molto tesi. Abbiamo bisogno di ridere un po'».

Ghirardi assicura che l'idea è piaciuta anche a Ranieri, e che se il Parma si salverà il comico sarà confermato come "amuleto magico": «Il contratto per la prossima stagione sarebbe garantito, mi pare giusto».

Musica per le orecchie del comico di Fidenza, cinquantadue anni, che il giorno dell'appello sembrava impegnato in una delle tante gag della trasmissione. Memorabile l'elenco dei motivi che Io spingevano a quel gesto.

Tra gli altri: «Questo calcio si prende troppo sul serio. La squadra che decidesse di farmi giocare dimostrerebbe un senso dell'ironia pari a quello di Maurizio Mosca quando sostiene che l'Ascoli ha preso Kakà».

E ancora: «Questo calcio ha bisogno di un volto nuovo, fuori da tutti i giochi, che faccia dire alla gente: di sicuro non è della Gea».

Poi battute sulle cene con le veline e sulla raccolta di firme a suo favore, Lippi compreso. «Del resto se Bettarini fa la tv la domenica pomeriggio, perché io non posso giocare in A?». Tutto molto divertente. Ma ora che Gnocchi è stato messo sotto contratto, vuole pure giocare: «Anche solo cinque minuti prima della fine del campionato».

Gene Gnocchi in azioneGhirardi fissa una data: il 27 maggio con l'Empoli, sperando nella salvezza già acquisita. «Ma sia chiaro, Gene quei cinque minuti se li dovrà sudare e meritare: abbiamo già pensato a una preparazione atìetica specifica».

Il comico, smanioso ma realista, aveva già provato tra le altre con Atalanta, Bologna, Siena, Torino.

Prima della partitella coi granata, il 17 gennaio sotto gli occhi dell'allora tecnico Zaccheroni e di Simona Ventura, promise: «Se segno vado a Casablanca e divento donna, perché a quel punto avrei coronato tutti i sogni di una vita da uomo». Non segnò.

Ma ora che il primo sogno è realizzato non vuole accontentarsi: «Farò concorrenza a Morfeo e Gasbarroni... dalla tribuna. Non ho ancora deciso il numero di maglia, che tanto sarà ritirata quando morirò in campo».

Ma il prossimo match è con l'Inter, a San Siro: e se nella ripresa, a risultato già scontato, ci fosse spazio per lui?

Mattia Chiusano e Giuseppe Milano
per "Repubblica"

Ultimi Video

Palinsesti TV