In tv arriva la fiction anti-Dico, 'Il Patriarca'

News inserita da:

Fonte: Libero

T
Televisione
  domenica, 25 marzo 2007
 00:00

Altro che Dico, famiglie allargate e orgoglio gay: è tempo di riabilitare le fondamenta della famiglia classica. Di ricordare chi, in casa, porta i pantaloni. Restituendo, almeno sul piccolo schermo, la giusta dose di virilità che spetta alla figura paterna.

A sostenerlo, in controtendenza con il pensiero di molta parte delio star system italiano, è l'attrice e regista Eleonora Giorgi, incontrata a margine del casting Disney per il doppiaggio de "I Robinson - una famiglia spaziale". Qui la ex moglie di Angelo Rizzoli è intervenuta, in qualità di membro di giuria, per scegliere, tra una rosa di sei bambini, il doppiatore di Grufolo, un simpatico personaggio animato del film. Dando, per cosi dire, la sua benedizione al primo casting della Disney rivolto agli aspiranti doppiatori under 10, la Giorgi conferma la sua spiccata attenzione perle dinamiche familiari.

«In tv non si fa altro che parlare di famiglie in crisi, donne forti e madri coraggio», osserva la Giorgi, «Pensando di restituire un'immagine più moderna del nucleo familiare, ci si ostina ad accentuare il ribaltamento dei ruoli, lo stravolgimento dei gusti sessuali, l'aumento dei divorzi o delle coppie di fatto. Facendo piazza pulita della classica figura maschile: quella virile che funge da collante. Su cui tutti, mogli e figli, possono contare e fare affidamento. Non voglio certo fare l'elogio del "marito padre e padrone" di cui comunque, oggi, non c'è più traccia. Ma allo stesso tempo non possiamo scivolare in un nuovo femminismo, dove la donna sembra bastare a se stessa, quasi fosse l'inizio e la fine di tutto. Ecco, da quando sono diventata madre mi sono accorta di quanto questa visione sia profondamente sbagliata: il padre gioca e giocherà sempre un ruolo decisivo nell'economia familiare. E non è vero che, col progresso, questa sua funzione sia venuta meno».

Così, spinta da questa convinzione, la Giorgi ha messo in cantiere una produzione per il piccolo schermo decisamente virata al maschile, con il preciso scopo di valorizzare la mascolinità che storicamente contraddistingue la famiglia italiana. «Non a caso, la fiction si chiamerà "Il Patriarca"», anticipa l'attrice. «Abbiamo già finito di scrivere il soggetto ma passeremo alla fase di sceneggiatura solo se la storia piacerà a Gigi Proietti».

Secondo Eleonora Giorgi, infatti, serve un attore carismatico, in grado di incarnare il papà italiano, quello di un tempo, austero nei modi ma dal cuore tenero. «E per questa parte, trovo che nessun altro sarebbe più credibile di Proietti». Dita incrociate quindi. Anche perché "Il Patriarca" avrebbe un altro merito: oltre a riabilitare la figura patema, andrebbe a sdoganare un'altra categoria ingiustamente sottorappresentata, quella dei pensionati. «Il nostro protagonista sarà proprio un pensionato», spiega la Giorgi, «un uomo che si prepara ad affrontare, diciamo così, la terza parte della sua vita. Ci tengo a precisare che l'abbandono della carriera non verrà rappresentato come una fase calante dell'esistenza del personaggio: come si scoprirà nel corso della storia, il cambiamento comporterà delle difficoltà ma sarà anche foriero ài scoperte e gratificazioni. In particolare, la sua maggiore permanenza tra le mura domestiche gli permetterà di accorgersi di quanto sia decisivo il suo contributo nella vita dei figli e della moglie».

Rigettando quindi le atmosfere tardo adolescenziali e i protagonisti in disgrazia che caratterizzano gran parte della comedy italiana, Eleonora Giorgi scommette su una storia di costruzione. Su un protagonista che cresce, in una parabola evolutiva finalmente all'insegna della speranza. «Ma ripeto, il progetto è in fieri. Molto dipenderà da Gigi. Purtroppo il mercato italiano è una gigantesca incognita: se vuoi proporre una bella storia, devi muoverti da solo. Come faccio io, producendomi i progetti in cui credo». Ma Eleonora non è un tipo da scoraggiarsi. Tanto che "Il Patriarca" è solo uno dei suoi tanti progetti, molti dei quali guardano al grande schermo.

Nell'immediato, l'attrice hain uscita al cinema "Agente matrimoniale", un film targato Eagle Picture. «Poi, salvo imprevisti, quest'estate dovrebbero iniziare le riprese del mio secondo film da regista», anticipa la Giorgi. «Si chiamerà "L'ultima estate" ma per scaramanzia preferisco non anticipare la storia».

Francesca D'Angelo
per "Libero"

Ultimi Video

  • Tech Talk Connect 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020

    Tech Talk Connect 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020

    Comunicare Digitale è orgogliosa di annunciare la partenza dei nuovi appuntamenti di TECH TALK, a partire dal 10 Settembre 2020. 5 appuntamenti a Settembre, 7 ad Ottobre, con edizioni anche in ...
    T
    Televisione
      giovedì, 10 settembre 2020
  • Ilaria D'Amico, il saluto a Sky Sport

    Ilaria D'Amico, il saluto a Sky Sport

    Dopo 18 anni, Ilaria d'Amico, storica conduttrice di Sky Calcio Show e di Champions League Show ha deciso di intraprendere un nuovo percorso professionale, sempre a Sky, allontanandosi dal calcio...
    S
    Sky
      lunedì, 24 agosto 2020
  • Sky Upfront 2020, Back to Next | Presentazione Palinsesti Sky 2020-2021

    Sky Upfront 2020, Back to Next | Presentazione Palinsesti Sky 2020-2021

    Enrico Papi al piano per aprire gli UpFront Sky 2020. Quello che non ti aspetti per una nuova stagione che non ti aspetti. Tra conferme e sorprese, qualità e innovazione, con lo sguardo sempre ...
    S
    Sky
      mercoledì, 22 luglio 2020

Palinsesti TV