Telecom, pronta a riassetto, nelle prossime settimane entra Vivendi

Telecom, pronta a riassetto, nelle prossime settimane entra Vivendi

News inserita da:

Fonte: Adnkronos

E
Economia
  venerdì, 29 maggio 2015
 21:43

Telecom, pronta a riassetto, nelle prossime settimane entra VivendiVivendi «nelle prossime settimane» diventerà il primo azionista di Telecom Italia con l'8,3% delle azioni ordinarie del gruppo: è la stessa media company francese a confermare i tempi dell'ingresso nel gruppo italiano annunciando la cessione a Telefonica della brasiliana Gvt per un valore d'impresa di 7,5 miliardi di euro. L'accordo con la compagnia spagnola segue il via libera dato dall'antitrust argentina allo scioglimento di Telco, la holding di controllo di Telecom Italia. Il closing con gli spagnoli segue l'accordo già raggiunto tra le due compagnie il 18 settembre 2014 e determinerà l'ingresso del colosso francese nel capitale di Telecom Italia.

Vivendi acquisirà l'8,3% delle azioni ordinarie del gruppo italiano 'girate' da Telefonica. Complessivamente infatti il gruppo francese come effetto del closing avrà ricavato 4,2 miliardi di euro ante imposte (stimate a 0,6 miliardi), il 12% di titoli di Vivo (Telefonica Brasil) e infine ne scambierà il 4,5% nelle prossime settimane contro l'8,3% di azioni ordinarie di Telecom Italia. La cessione di Gvt a Telefonica è stata di fatto reso possibile dall'ok che ieri l'antitrust argentina ha dato allo scioglimento di Telco, la holding che detiene il 22% circa del capitale di Telecom Italia e partecipata da Telefonica, Generali, Intesa Sanpaolo e Mediobanca. Lo smantellamento della holding rende possibile il passaggio delle azioni di Telecom da Telco ai soci della finanziaria, ovvero Telefonica, Generali, Mediobanca e Intesa Sanpaolo. Parte del 14,77% di Telefonica è stata collegata a un bond convertibile e di fatto già alienata. Il residuo 8,3% passerà dunque a breve a Vivendi.

Mentre Mediobanca dovrebbe vendere sul mercato le quote detenute in Telecom Italia entro fine giugno, secondo quanto riferito da fonti vicine al dossier, anche Generali e Intesa Sanpaolo hanno annunciato l'intenzione di cedere la propria quota in Telecom non ritenendola più strategica. Resta da vedere se le vendite avverranno sul mercato oppure se daranno l'occasione alla Vivendi di Vincent Bollorè di salire ancora nell'azionariato (analogamente con quanto fatto il finanziere bretone ha fatto nella media company di Parigi) arrotondando la quota intorno al 15%. È ancora presto per capire quali saranno le priorità del primo socio di Telecom Italia, che, data la fisionomia di leader nei contenuti in Europa, potrebbe spingere l'acceleratore sulla convergenza tlc-tv. Intanto all'assemblea del 20 maggio è stato ufficializzato l'ingresso in Telecom Italia con lo 0,6% della Cassa Depositi francese. Nel capitale di Telecom Italia figura anche il fondo Usa BlackRock che in Vivendi è il secondo azionista con una quota intorno al 5% e nella compagnia telefonica italiana detiene una partecipazione intorno al 6%.

Ultimi Palinsesti