Lunch match e monday night, cosž la tv sbriciolerŗ il pallone

News inserita da:

Fonte: La Repubblica

S
Sport
  mercoled√¨, 13 febbraio 2008
 00:00
Prove tecniche, ormai pressoché definitive, di frammentazione del calcio. Tutto il calcio ora per ora, giorno per giorno, per tenere assieme un singolo turno di campionato. Le novità annunciate evocano un personaggio mitico creato da Elio e le Storie Tese: Shpalman.
√ā¬†
Lasciamo stare cosa spalmava quello, ma il genio della spalmatura a scopi televisivi ha ormai via libera sul pallone: Inter-Livorno alle 16 di sabato fa intravedere una robusta fetta di futuro. Di un weekend calcistico che possiamo immaginare facilmente, ormai: si parte proprio alle 16 del sabato con una partita di basso calibro, il tempo di sgranchirsi e alle 18 inizia una seconda gara, con almeno una delle due protagoniste di un certo livello. Alle 20.30 l'anticipo classico, che a questo punto diventa il posticipo degli anticipi, che le pay-tv (Sky e Mediaset digitale) avranno premura di scegliere a un certo livello, la prima o la seconda gara del turno in ordine di importanza.
√ā¬†
Domenica mattina libera per il giro della citt√ɬ† e lo shopping, a patto di rientrare presto: spuntino veloce e alle 13 scatta l'anticipo del posticipo degli anticipi o qualcosa del genere. Alle 15, con una certa malinconia di fondo, lasciando tutti con uno spalmo di naso, va in scena il simulacro ormai scheletrico del tempo che fu, la vecchia domenica di campionato. Quante partite? Tre, non di pi√ɬĻ. Perch√ɬ© alle 18 ci sarebbe giusto l'anticipo del posticipo dell'anticipo posticipato: a quel punto ne mancano due, una √ɬ® il superclassico posticipo vecchio stampo, il partitone alle 20.30, quello che ormai una quindicina di anni fa sanc√ɬ¨ l'avvio della frammentazione. E l'ultima: √ɬ® il top della perversione, il famoso Monday Night praticato nei paesi anglosassoni, appunto la sfida che chiude il turno il luned√ɬ¨ sera (l'altra sera, per dire, c'era l'Arsenal in tv).
√ā¬†
E' il quadro pi√ɬĻ apocalittico possibile, s'intende: alla fine qualche paletto verr√ɬ† messo ma il senso √ɬ® quello. E non solo: c'√ɬ® da giurare che quelli delle tv continueranno a sospirare guardando a ovest verso la Spagna dove spesso e volentieri, approfittando di mille condizioni favorevoli, piazzano la domenica sera il Real Madrid alle 20 e il Barcellona alle 22 o viceversa.
Ma con gli stadi pieni. Perché qui sta il punto, da noi il pompatissimo "stadio virtuale" televisivo, quello da centinaia di migliaia di spettatori a partita, si è via via mangiato lo stadio vero.
√ā¬†
Le abitudini dei tifosi praticanti sono destinate a saltare definitivamente per aria: l'abbonamento, per dire, lo si fa sulla fiducia: io tifoso consegno a te, società di calcio, non solo i soldi anticipati ma anche la mia totale disponibilità nel weekend, fa' di me quello che vuoi, decidi tu settimana per settimana la mia agenda. Trasferte organizzate, rituali dei club tifosi, pullman: tutto si complica all'insegna dell'improvvisazione volta per volta. Bisognerebbe farlo presente alle società, ma la totalità dei dirigenti quando sentono dire "abbonamento" o biglietto-stadio si frugano in tasca cercando l'argent de poche per il caffè: e un attimo dopo riprendono a contare le milio-nate fitte elargite dalle televisioni.
√ā¬†
Fermo restando che il colpo che impressiona da parte delle tv è anche un altro: ovvero l'annunciato inizio del derby romano alle 21.15, mercoledì 16 marzo. Qui non è solo opera di Shpalman, qui e' è altro: è vero che serve per concedere il secondo tempo del derby romano a chi prima si è visto in tv l'Inter o la Juve, ma è soprattutto un'altra cosa, è la partitona offerta nella vera prima serata televisiva. Ovvero, uno prima guarda Striscia la Notizia o i pacchi, poi gira e inizia la partita. Roba da grandi. Del resto quest'anno per la prima volta il Festival di Sanremo si ferma una sera, il mercoledì, perché in contemporanea c'è la giornata di serie A, tutta in criptato, con il supermatch Inter-Roma: un riconoscimento, nonché resa, totale alle paytv. E quelle, a quel punto, si sono montate la testa.
√ā¬†
Antonio Dipollina
per "La Repubblica"

Ultimi Video

  • Sky Wifi, la visione del futuro

    Sky Wifi, la visione del futuro

    Solo chi ha sempre creduto nell’innovazione e nella creatività è in grado di immaginare il futuro.  E solo chi è in grado di immaginarlo può trasformare quella v...
    S
    Sky
      gioved√¨, 18 giugno 2020
  • ** 5G Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    ** 5G Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    La sfida Cina – Stati Uniti, il ruolo dell’Europa, il nuovo ruolo delle città intelligenti e le opportunità nei settori del turismo, della cultura, dei trasporti e dell&rsquo...
    S
    Satellite
      mercoled√¨, 20 maggio 2020
  • ** Switch Off Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    ** Switch Off Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    Ecco il primo Tech Talk organizzato da Comunicare Digitale in collaborazione con Natlive. Personalità di grandissimo livello si sono confrontate Martedì 28 Aprile per questo primo approf...
    D
    Digitale Terrestre
      marted√¨, 28 aprile 2020

Palinsesti TV