La guerra del f˙tbol spagnola: nuova puntata

News inserita da:

Fonte: digital-sat (original)

S
Satellite / Estero
  marted├Č, 25 settembre 2007
 00:00
Non accenna a calare la tensione nella "guerra del f├â┬║tbol" spagnola di cui gi├â┬á vi abbiamo ampiamente parlato il 18 settembre scorso. ├é┬áLa scorsa settimana ├â┬Ę stata punteggiata da una serie di comunicati, repliche e smentite. Nella serata del 18 sono stati emessi ben tre comunicati dai quali sembrava che fosse stata raggiunta una tregua e che per questa stagione si sarebbe andati avanti, senza altre contestazioni, sulla base dell'accordo del 24 luglio 2006, tanto che la LFP nella stessa serata fissava gli orari delle partite garantendo il passaggio in chiaro al sabato sera, la ppv la domenica pomeriggio e il passaggio in pay tv su Canal+ la domenica sera. Ma clamorosamente Sogecable smentiva questo accordo accusando il direttore generale di AVS, Daniel Margalef, di avere concluso lo stesso senza consultare l'azionista di maggiornaza di AVS, vale a dire proprio Sogecable (che detiene l'80%). Margalef, espressione dell'azionista di minoranza CCRTV (che detiene il 20% di AVS), confermava la mancata consultazione di Sogecable ma affermava di avere agito all'interno dei suoi poteri e con l'accordo della LFP. Da qui la convocazione per il 27 ottobre del Consiglio di Amministrazione di AVS in cui Sogecable ha intenzione di far revocare Margalef dalla carica. Secondo Sogecable nessun accordo potr├â┬á essere raggunto se Mediapro non pagher├â┬á prima i danni per le sottoscrizioni illegali con le squadre della Liga: la richiesta di Sogecable ad oggi ammonta├é┬á a 70 milioni di euro.

Intanto si avvicinava il fine settimana e il pubblico, spagnolo e non solo, non aveva certezze su quali partite avrebbe potuto vedere e su quali canali. AVS infatti inviava una intimazione al F├â┬║tbol Club Barcelona secondo cui la partita scelta per andare in chiaro il sabato sera alle 22.00 avrebbe dovuto essere Villareal - Murcia e non l'attesa Barcellona - Siviglia, di cui AVS si riservava la trasmissione in ppv su Digital+. ├é┬áSecondo gli accordi del luglio 2006 infatti spetterebbe ad├é┬áAVS la facolt├â┬á di scegliere quali partite mandare in chiaro. La tv destinata a produrre l'incontro├é┬áera per├â┬▓ la catalana TV3, facente parte del gruppo CCRTV e con cui si era gi├â┬á aperto il "fronte Margalef". Il risultato ├â┬Ę stato che dapprima la LFP ha confermato il passaggio in chiaro di Barcellona - Siviglia alle 22.00 e poi che lo staff del Barcellona ha impedito alla troupe televisiva di AVS di fare il suo ingresso al Camp Nou, consentendone cos├â┬Č la trasmissione in chiaro da parte di La Sexta. Segecable ha parlato di nuovo di "pirateria" ai suoi danni e per ritorsione ha negato a Mediapro il segnale internazionale delle partite prodotte da AVS la domenica pomeriggio, come ne ├â┬Ę prova la mancata trasmissione di Atletico Madrid - Racing su SKY Italia, sostituita dalla differita della meno interessante Levante - Athletic Bilbao.

Ora si avvicina il turno infrasettimanale e siamo da capo. AVS ha comunicato che la partita in chiaro sar├â┬á Siviglia - Espanyol che si gioca stasera mentre Mediapro, in accordo con la LFP e con Margalef, afferma che la partita di interesse generale di questo quinto├é┬á turno ├â┬Ę Real Madrid - Betis Siviglia, che si gioca gioved├â┬Č sera, e che sar├â┬á dunque questa la partita che passer├â┬á su La Sexta in chiaro.├é┬áSi annunciano dunque nuovi blocchi ai cancelli per i cameramen e difficolt├â┬á per l'invio del segnale internazionale. Cosa succedere a SKY Italia che ha programmato proprio queste due partite, oltre al Barcellona domani sera? Come cantava qualcuno, lo scopriremo solo vivendo...

 

Ultimi Video

Palinsesti TV