Con Mike alla conduzione, Miss Italia diventa un quiz

News inserita da:

Fonte: Il Corriere della Sera

T
Televisione
  venerdì, 07 settembre 2007
 00:00

Mike BongiornoSono una coppia molto affiatata. Sono entrambi profondamente amati dal pubblico. E hanno la stessa idea di televisione: serietà, rigore, talento. Sono cresciuti alla vecchia scuola della tv che prevedeva gavetta e preparazione. E la rivendicano con orgoglio.

Con questo spirito Mike Bongiorno e Loretta Goggi si apprestano a condurre Miss Italia (20, 21, 23 e 24 settembre su Raiuno in diretta da Salsomaggiore). Non hanno mezzi termini quando si tratta di commentare la televisione di questi ultimi tempi, che sembra non badare affatto al talento, ma piuttosto alla fama conquistata con mezzi leciti e illeciti.

«È inammissibile che faccia carriera chi è coinvolto in vari scandali» commenta Mike. Che aggiunge «Dobbiamo fare una vera campagna per evitare che certi personaggi continuino a rimanere sulla cresta dell'onda».

Sottolinea la Goggi, assente da tempo dal piccolo schermo: «Meglio lare Miss Italia che finire sulla scrivania della Farnesina. Almeno qui le ragazze belle mettono in mostra la loro dote e si chiude lì. Purtroppo alla tv di oggi il talento non interessa proprio».

Insomma saranno pure i conduttori di un concorso di bellezza, ma entrambi non hanno alcuna intenzione di piegarsi al «dio-apparenza» che esalta solo la bellezza del corpo. «Le ragazze dovranno dimostrare anche di avere personalità — spiega Mike — visto che tutte vogliono entrare nel mondo dello spettacolo, è bene che provino a cimentarsi nel ballo e nel canto. Sotto l'occhio vigile della Goggi». La quale insiste: «Voglio mostrare la bellezza interiore delle ragazze».

Non mancherà neppure il quiz, ovviamente. La terza serata sarà proprio basata su domande di Mike alle ragazze. «Non saranno proprio di cultura perché non voglio far sfigurare nessuno. Saranno temi divertenti, tipo gossip o economia domestica, perché queste donne devono essere pronte anche a diventare mogli». A vederle e sentirle parlare sembrerebbe che del certificato di matrimonio a loro non importi. Molto meglio un contratto Rai o Mediaset. In prima serata.

Maria Volpe
per "Il Corriere della Sera"

Ultimi Video

Palinsesti TV