300 mila seguono su Sky Uno l'episodio di The Apprentice allo Juventus Stadium

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat

S
Sky Italia
  sabato, 22 febbraio 2014
 17:34

300 mila seguono su Sky Uno l'episodio di The Apprentice allo Juventus StadiumIl sesto appuntamento con ''The Apprentice 2'' il talent show sul mondo del business, ha ottenuto un record di ascolti con 300.061 spettatori medi complessivi e il 64,78% di permanenza per l'episodio in onda dalle 21.10 circa su Sky Uno/+1 HD (+26,91% rispetto allo stesso episodio della prima edizione trasmessa in chiaro su Cielo che poteva tra l'altro contare su una platea potenziale di oltre 4 volte superiore).

LA CRONACA DELLA SESTA PUNTATA DI THE APPRENTICE

ore 21.10 Aspettando The Apprentice, il Boss dice la sua sui Candidati e sulle prove.

ore 21.12 Nella quinta prova Ingrid si sentiva sotto osservazione ed era consapevole che la sfida riguardasse molto il suo lavoro. Secondo il Boss si è andata ad infilare in ambiti che non le competono, come la regia, facendo poi confusione sui reali obiettivi della prova.

ore 21.15 Mario e Muhannad si sono fatti distrarre troppo dalle ballerine e dal ruolo da comparse, estraniandosi completamente dalla prova. Anna e Serena hanno dato anche loro il minimo, con l’idea di far ricadere tutte le responsabilità su Ingrid.

ore 21.18 Marco ha sfruttato la propria creatività in questa prova, ma non altrettanto il suo ruolo di Team Leader, si è lasciato dominare troppo da Anais. In Boardroom Ingrid si è resa conto di aver sbagliato, si è presa le proprie responsabilità e ha dimostrato in più occasioni una grande onestà. Il Boss l’ha salvato anche per dare un esempio a tutti gli altri.

ore 21.19 Anna secondo il Boss era troppo rigida e non era nemmeno in sintonia con gli altri Candidati. Non ha fatto nulla per il Team nella quinta prova e ha cercato di approfittare dello stato confusionale di Ingrid.

ore 21.23 Il Boss, giunti a questo punto, vuole testare la reale attitudine al Business dei Candidati perché oggi come oggi non saprebbe chi scegliere come collaboratore. I sorvegliati speciali nella sesta prova saranno Fabio e Muhannad. Riusciranno a convincere il Boss?

ore 21.26 Siamo arrivati al giro di boa e nella sesta puntata sono rimasti in otto a difendere il titolo di The Apprentice.

ore 21.28 Sono le prime ore dell’alba e al Loft squilla il telefono: tutti pronti in mezz’ora. I Candidati si mettono in viaggio verso Torino, destinazione: Juventus Stadium. Ad accoglierli al Museo dello stadio c’è Gianluca Pessotto, Direttore Sportivo Settore Giovanile Juventus F.C., che gli spiega in termini calcistici il duro lavoro che si cela dietro a ogni vittoria.

ore 21.30 Primo giorno di prova. Aldo Mazzia, Amministratore Delegato e CFO Juventus F.C., insieme al Boss, racconta ai Candidati quanto la società che rappresenta sia molto attenta ai temi della solidarietà e si aspetta un supporto da parte loro per portare a termine un ulteriore grande progetto extrasportivo: i Candidati dovranno organizzare un’asta benefica e i fondi raccolti serviranno per completare la ristrutturazione del reparto di neonatologia dell’Ospedale di Torino.

ore 21.32 I Candidati scendono in campo con i Tutor Patrizia e Simone: Fabio sarà il Team Leader di Scacco Matto e Muhannad per la squadra Concrea. Con il lancio della monetina tipico del calcio Muhannad sceglie Ingrid, Anais e Alice, mentre Fabio chiama Mario, Serena e Marco.

ore 21.33 È il momento per i due team di scegliere i donatori, vip, istituzioni e negozi che forniranno gli oggetti da battere all’asta: Fabio sceglie tra gli altri Gianluca Vialli, Bruno Barbieri e Linus Muhannad punta molto su Saturnino e Leonardo Bonucci. I Candidati hanno tempo fino alle ore 20.00 per contattare i Vip e recuperare gli oggetti per l’asta.

ore 21.33 I due team si riuniscono per definire la strategia. Muhannad mette subito in chiaro le regole per lavorare bene in team. Alice e Anais gestiranno gli appuntamenti su Milano. Fabio dal canto suo chiede ai suoi di concentrarsi su beni e oggetti di grande valore o non in commercio. Si mettono tutti all’opera per fissare gli appuntamenti su Milano e Torino.

ore 21.36 Milano. Anais e Alice di Concrea vanno a trovare Saturnino, bassista che ha collaborato soprattutto con Jovanotti, che offre alle ragazze una tracolla e delle cuffie prodotte in serie limitata. Intanto Mario e Serena di Scacco Matto incontrano Gianluca Vialli, ex giocatore della Juventus, che desidera mettere a disposizione un’esperienza più che un oggetto: un’intera giornata in un campo da golf con lui.

ore 21.39 Torino. Fabio e Marco di Scacco Matto incontrano il giocatore azzurro e juventino Giorgio Chiellini, che gli dona una maglietta con cui ha segnato un gol valido per lo scudetto. Ingrid e Muhannad di Concrea vanno a trovare Stefano Mancinelli e Valerio Amoroso, cestisti della PNS Torino e della nazionale di basket. I due Candidati vincono una sfida sul campo, segnando più canestri possibili; ottengono così le maglie autografate.

ore 21.42 Milano. Mario e Serena incontrano lo Chef Bruno Barbieri, che gentilmente dona un grembiule e un mestolo di legno autografati. Non soddisfatti i due Candidati chiedono a Barbieri i contatti dello Chef Carlo Cracco, creando un totale imbarazzo, tanto che Patrizia deve intervenire per spiegare a Mario e Serena che non è il caso di insistere.

ore 21.43 Milano. Anais e Alice visitano un prestigioso negozio di Via della Spiga, Gio Moretti, e ottengono oggetti firmati da grandi nomi del calibro di Philippe Starck e una borsa in coccodrillo. Le due ragazze sembrano determinate e insistenti, tanto che Simone commenta la trattativa così: “Se stiamo qui ancora un po’ gli portano via anche la cassa”.

ore 21.45 Torino. Ingrid e Muhannad incontrano Leonardo Bonucci, calciatore juventino e della nazionale, che gli dona i suoi scarpini indossati nella finale di Supercoppa. Intanto Fabio e Marco ottengono una fornitura di prestigiosissimo cioccolato.

ore 21.47 Milano. Mario e Serena vanno a trovare Linus a Radio Deejay, che si dimostra molto disponibile, donando delle cuffie che ha usato per tanti anni, un paio di scarpe e un’ora di corsa al parco insieme a lui. Tutti gli oggetti vengono autografati al momento.

ore 21.49 Secondo giorno di prova. I due team devono partecipare a una lezione da banditore. L’esperta Vanessa spiega che i rilanci avverranno secondo la regola del 10% e il segreto per la riuscita dell’asta è avere dei prezzi di partenza bassi. I due Team Leader fanno anche una simulazione che gli svela la difficoltà di questo ruolo.

ore 21.50 Juventus Stadium. Prima di affrontare l’asta vera e propria i due team devono definire gli ultimi dettagli relativi alla strategia: Fabio punta su prezzi contenuti, non raccogliendo il consenso del suo team, mentre Muhannad si concentra sull’ordine di battitura degli articoli.

ore 21.53 Cristina Chiabotto, madrina della Juventus, dà il benvenuto agli ospiti e invita sul palco il tesoriere della Fondazione, Stefano Ravarino, che sottolinea l’importanza che avranno i fondi raccolti in questa occasione per ristrutturare l’ala di neonatologia dell’Ospedale di Torino.

ore 21.57 Comincia il battitore Fabio che propone due biglietti per un’anteprima al Festival del Cinema di Roma, sponsorizzato da Vanity Fair e prosegue Muhannad, che mette all’asta le maglie dei cestisti della nazionale con la possibilità di partecipare all’allenamento. Tutto procede per il meglio quando Muhannad definisce “un tale” Philippe Starck, il designer più famoso al mondo, con conseguenti espressioni stupite del pubblico.

ore 22.03 L’asta si conclude e il Boss in questa Boardroom deciderà chi eliminare in base al percorso e non all’esito della prova, dato che in beneficenza non contano solo i numeri. I Candidati non lo sanno e credono che a vincere sarà chi ha raccolto più fondi tra i due Team.

ore 22.05 Boardroom. Il Boss chiede ai due Team Leader come è andata la prova. Fabio ritiene sia andata molto bene, a parte un fraintendimento con Bruno Barbieri. Serena ammette subito l’errore nell’aver chiesto al noto Chef i contatti del competitor Carlo Cracco. Muhannad viene rimproverato per la sua gaffe su Philippe Starck, definito da lui “un tale” durante l’asta.

ore 22.06 Il Boss chiede sempre ai Team Leader quale era l’obiettivo di questa prova e gli comunica che proprio per il tema solidale che è stato affrontato in questa Boardroom non ci sarano vincitori e vinti. Fabio non sembra prenderla benissimo perché è convinto di aver vinto la prova.

ore 22.08 Il Boss chiede ad Alice, Anais, Ingrid e Marco di alzarsi in piedi e li informa che possono andare a festeggiare perché in loro ha iniziato a intravedere la personalità. Fabio, Mario, Muhannad e Serena andranno a riflettere al bar dei perdenti sul perché il Boss dovrebbe tenerli dentro.

ore 22.12 I Candidati rientrano in Boardroom e il Boss ribadisce che è soddisfatto di come è stata affrontata la sesta prova di solidarietà. Fabio si appella all’orgoglio e il Boss gli risponde: “Magari è proprio questo orgoglio che certe volte ti frena, ti frega”. Fabio è sotto esame e il Boss gli fa notare anche che ha lo stesso approccio nella vendita, sia che debba vendere una salamella, che un Picasso.

ore 22.14 È il turno di Mario che giudica il suo percorso davanti al Boss sotto tono e affrontato come un maratoneta, che tira fuori il meglio in modo graduale. Il Boss gli chiede di consigliargli, vista la sua esperienza di Head Hunter, chi tenere e Mario risponde Muhannad, perché è giovane, ha esperienza internazionale e ha tante potenzialità. Mario si sceglierebbe come secondo perché il suo bicchiere professionale è quasi pieno.

ore 22.17 Serena interpellata dal Boss spiega che rischia di uscire perché non sono ancora uscite le sue potenzialità. Ammette di essersi arenata sulle logiche della vittoria e questo non le ha permesso di uscire fuori. Patrizia e il Boss rilevano che Serena fin qui è risultata molto fredda e il Boss fa un paragone: “Da una parte abbiamo Fabio che is too much e dall’altra parte abbiamo te che sei una specie di surgelato”.

ore 22.18 Il Boss ne ha anche per Muhannad che definisce: “Una specie di oggetto misterioso che non riesco a capire, dov’è il coperchio e dov’è la pentola”. Il Boss apprezza il fatto che parli inglese, italiano e arabo però ha vinto solo una prova fino a qui. Muhannad si giustifica dicendo che non è mai stato nominato per l’eliminazione.

ore 22.20 Fabio viene colpito ulteriormente sulla sua tecnica di vendita sempre uguale: “Sei veramente local”. Gli consiglia di spogliarsi di questa caratteristica.

ore 22.22 Il Boss dopo essersi consultato con Patrizia e Simone chiede a tutti perché dovrebbe tenerli a The Apprentice. Dopo averli ascoltati dice: “Io i bicchieri ho bisogno di riempirli”. Con questa motivazione il Boss prende la sua decisione: “Mario sei fuori!”.

ore 22.24 Nel finale il Boss dice a Fabio che se non si dimostra meno supponente la prossima volta lo butta fuori e chiede a tutti e tre di far vedere quello che sono e quanto valgono. Fabio, Muhannad e Serena sono salvi e possono tornare al loft.

Ultimi Video

Palinsesti TV