Successo per la decima edizione del Forum Europeo Digitale di Lucca #forumeuropeo

News inserita da:

Fonte: Comunicare Digitale

S
Satellite / Estero
  lunedì, 10 giugno 2013
 10:44

Successo per la decima edizione del Forum Europeo Digitale di Lucca #forumeuropeoLa decima edizione del Forum Europeo Digitale (RILEGGI LA DIRETTA CURATA DA DIGITAL-SAT) viene consegnato alla ''storia'' con un bilancio fortemente positivo, che ha visto riuniti a Lucca i principali operatori e rappresentanti della comunità digitale italiana ed europea.

Clima delle grandi occasioni già dalla Serata di Gala di Giovedì, organizzata e supportata da Eutelsat, con un colpo d'occhio fantastico di Sala Ammannati, con oltre 180 ospiti intervenuti nella splendida cornice toscana.

L'apertura della 10.a edizione giunge con il botto: Lucca viene candidata a sede del Consiglio Informale dei Ministri della Cultura e dell'Audiovisivo durante la Presidenza Italiana del Semestre Europeo da Luglio 2014. L'Intervento del Commissario Agcom, Antonio Preto, è strutturato, importante e ricco di spunti (il testo del discorso sarà disponibile da Martedì 11 sul sito www.forumeuropeo.tv). "Bisogna cavalcare la tigre" arringa il Commissario.

Antonio Morello del Crit di Torino, come era già avvenuto a Saint Vincent per la Conferenza HDFI, conquista l'intera platea di Lucca. Lucido, pragmatico, risolutivo, illuminante, chiude la sua presentazione con uno schema che ricorda come "i processi si possono chiudere in positivo, tenendo conto del valore del mercato".

La sessione "ponte" tra Saint Vincent e Lucca, tra l'HDFI e Comunicare Digitale, ha visto la presenza di Angelo D'Alessio, Smpte, Roberto Dini, Sisvel, Pietro Guerrieri, Ses, Benito Manlio Mari, Sony, Marco Pellegrinato, HDFI e Claudia Vaccarone, Eutelsat.

"Arriverà prima il 4k od il 3D? - ha chiesto Dini" "Il 4k è l'esperienza aumentata del 3D ed anche il suo miglior alleato - ha risposto Pellegrinato".

Dini ha dimostrato come il Tile Format abbia un maggior standard di efficienza rispetto al SbS e T&B.

Straordinario il passaggio di Silvia Costa, nella sua relazione dedicata sì ad Europa Creativa, ma soprattutto all'impegno della produzione culturale europea, alla sfida dei contenuti globali e delle piattaforme digitali, alla rilevanza dell'identità europea. "Voglio sostenere le più importanti iniziative che riportino competitività e crescita in Europa. Lotterò per mantenere i fondi necessari a tale cruciale impegno".

Silvia Costa ha accolto Laura Corbetta, Yam112003, Roberta Enni, Rai, Anna Masera, La Stampa e Federica Tremolada di YouTube/Google, che sono state protagoniste di un panel che entrerà nella storia del Forum Europeo, per l'altissimo livello emerso dalla discussione sui contenuti, le sfide ed opportunità, asperità ed economie volano dei nuovi mondi digitali.

"L'importanza della formazione professionale è stata tralasciata dai grandi gruppi italiani ed è una grande perdita - ha ricordato Laura Corbetta" "C'è un valore di prodotto, di creatività e di coraggio in quello che la Rai ha fatto e deve essere tutelato, ma pronti a dialogare con YouTube e le piattaforme digitali se comprendono che la nostranon è solo una fabbrica di idee e decisioni, ma il patrimonio culturale di un paese".

"Attenzione alle nuove minacce - ha ammonito Anna Masera facendo vedere il libro di Julian Assange ed il titolo (in italiano) completamente stravolto - La cifratura è la killer application perchè tutti ci leggono e ci interpretano". "Abbiamo creato un sistema virtuoso e non virtuale dell'incontro tra produttori di contenuti, ugc, content provider, il mercato e le nuove forme di pubblicità. Una democrazia dal basso ed in orizzontale che rappresenta il più grande strumento di condivisione al mondo".

Gli applausi della platea ha confermato che il panel tutto al femminile è risultato straordinariamente interessante ed è stato chiuso dall'intervento del Dott. Fidora del Miur, per raccontare l'importanza della ricerca e l'iniziativa ResearchItaly.

Dopo il Coffee Break di Sisvel, il panel internazionale con Carl Furgusson di Ericsson, Berti Kropac - Kropac Media e Richard Lindsay Davies della Digital Television Group, a cui hanno seguito il "botta e risposta" sui Media e la Rete che hanno visto molto impegnati Ernesto Apa, Portolano Cavallo, e Valentina Frediani, Di&P, bombardati da Andrea Michelozzi e le domande del pubblico presente e della rete, ma hanno dimostrato eccezionali capacità di risposta, sintesi e preparazione. Bravissimi!

Sul tema delle Nuove Sfide Digitali, sul palco sono saliti Margherita Acierno, Primaonline, David Bogi, Mediaset/Tivu, Andrea Castellari, Discovery Networks, Renato Farina, Eutelsat, Andrea Mattei, Class, Gianluca Paladini, la Effe, e Luca Tomassini, Vetrya. I costi del digitale terrestre sono alti e le sfide non possono essere rappresentate pensando ad una piattaforma, ma alla molteplicità di soluzioni, modalità e pubblico, è stato ribadito, parlando del successo di D-Max, del debutto de la Effe, di Vetrya e delle innovative soluzioni Smart anche con l'accordo di Lt Multimedia e Repubblica, delle quasi 2 milioni di tessere Tivu Sat, che confermano come l'Italia abbia importanti esempi e riferimenti in un mercato difficile e "stringente".

Le conclusioni sono state affidate ad Amalia Sartori, Presidente della Commissione Itre del Parlamento Europeo, la cui presenza a Lucca ha avuto un importante successo, non solo per il lavoro svolto in Commissione, ma anche l'impegno ad un quadro competitivo ed industriale di primo livello.

"In Europa si gioca il futuro dei cittadini e delle imprese comunitarie. Nostro deve essere l'impegno ad incentivare le idee più forti, innovative e condivisibili".

Seduti con il Presidente Sartori, Leonardo Chiariglione, Mpeg, Fabio Colasanti, Presidente IIC ed Alberto Sigismondi, che hanno discusso intorno al rischio di impresa e l'eccellenza italiana.

"Noi tolleriamo che due autovetture si possano sfiorare a 70 Km/h con il rischio che, per una disattenzione, possano scontrarsi. Nelle nuove sfide digitali - ha dichiarato Colasanti, dobbiamo considerare che ci sono dei no e delle barriere dipendenti dall'essere uno status, che per mantenersi libero, deve essere regolato." "Siamo riusciti ad essere parte della rivoluzione in corso - ha detto Chiariglione - ma ci siamo chiesti dopo quante prove? dopo quanti errori? Risultare credibili e seri è l'unicum della sfida di oggi".

Sigismondi è tornato a chiedere all'Italia di avere quel ruolo che le appartiene (non per default) ma sulla base di esperienze e guide che hanno solo bisogno di essere condivise.

Saluti finali con un breve discorso del Presidente di Comunicare Digitale:

"La domanda non è se siamo pronti per il futuro, ma quale futuro vogliamo per ognuno di noi, sapendo che, come ha ricordato Benigni, il futuro è un prestito dei nostri figli e delle prossime generazioni, che hanno riposto in noi la più grande delle speranze: la fiducia. Noi abbiamo il dovere - ha concluso Michelozzi  di rispettare quella promessa, di sostenere i progetti e di essere orgogliosi delle nostre azioni. Per questo, l'appuntamento non è solo all'edizione numero 11, ma i progetti del 2013, che andiamo a prenderci"

Con "Le nuove forme di Comunicazione in Rete" realizzato grazie alla collaborazione di YouTube/Google e di Yam112003/Endemol si è conclusa l'intensa giornata di lavori, applaudita a scena aperta, per contenuti, progetti, spunti e pungoli, sui quali i vari gruppi e presenti, sono già al lavoro.

Successo per la decima edizione del Forum Europeo Digitale di Lucca #forumeuropeo

Ultimi Video

Palinsesti TV